Temi

Frasi sulla Delusione
Frasi sul Rispetto
Frasi sulla Falsa Amicizia
Frasi sulla Tristezza
Frasi sull’opportunismo
Frasi sugli Abbracci
Frasi sulla Calunnia
Frasi sulla Cattiveria
Frasi sulla Sincerità
Frasi sulla delusione d’amore
Frasi sull'Indifferenza
Frasi sul tradimento
Frasi sui Figli
Frasi sul Comportamento
Frasi sulle persone Negative
Frasi sulle Persone False
Frasi sul Silenzio
Frasi sulla Dignità
Frasi sull'Egoismo
Frasi sulla Pazienza
Autori
×

Frasi sull’Essere Viziato

Essere viziati è una situazione che tutti conosciamo bene: quando si è trattati come se non ci fosse un domani, con regali costosi, con doni che non abbiamo mai chiesto o che nemmeno avevamo mai pensato di desiderare.
Frasi sull’Essere Viziato di Alfred Adler

3

Non vi è errore educativo più grande del viziare i bambini.



Le persone viziate non godono di buona fama; non ne hanno mai goduta. Ai genitori non piace essere accusati di aver viziato i loro figli. Ogni persona viziata si rifiuta di essere considerata tale.




Viziare un bambino significa ostacolarlo nei progressi della crescita, trattandolo in modo inadeguato alla sua età e competenze.


La maggior parte delle persone può riferirsi a qualche tipo di esperienza di essere viziati, sia da parte dei genitori che da parte degli amici. Anche se non è necessariamente una cosa negativa, essere viziati può portare alla nascita di abitudini sbagliate e, alla lunga, dar luogo a una dipendenza da ciò che si è abituati a ricevere. Ecco alcune frasi sull'essere viziato che esplorano questo argomento.



Viziare un bambino è come ucciderlo.


Potrebbero interessarti anche



Quando i genitori fanno troppo per i figli, va a finire che i figli non faranno abbastanza per loro stessi.




Un genitore che non si è mai scusato coi suoi figli è un mostro. Se si scusa sempre, i suoi figli sono dei mostri.



Il bambino viziato viene sempre e incessantemente sostenuto a dispetto di tutto e di tutti. E’ un bambino a cui viene inviato un messaggio di questo tipo: “Qualunque cosa tu faccia, anche se non la approviamo, ti amiamo”.



La molle indulgenza dei genitori prepara mille pene ai bambini capricciosi.



Essere viziati piace a tutti, ad alcuni però in modo particolare. Molte madri sanno solo viziare. Per fortuna molti figli si difendono con forza dall’essere viziati, con una forza che talvolta riesce a ridurre i danni che potrebbero venir arrecati.



Prima il bambino sa di potersi fidare degli altri, prima impara a collaborare e prima sarà propenso a cooperare autonomamente e senza riserve. Se invece la madre lo vizia e lo esonera dalla cooperazione, agendo in vece sua, il bambino avrà uno sviluppo parassitario e si aspetterà tutto dagli altri.




Non bisogna mai assecondare il piccolo e cedere a tutte le sue pretese. Un esempio tipico è quello delle mamme che hanno ripreso da poco il lavoro o dei papà che sentendosi in colpa per l’assenza, tendono a concedere tutto al piccolo pur di conquistare il suo affetto.



Il difetto fondamentale nell’educazione dei figli è il credere che sia necessario isolarli e proteggerli dalle frustrazioni e dalle difficoltà della vita. Invece noi dovremmo aiutarli ad accettare le prove.



L’essere stati esaltati nell’infanzia è un fardello pesantissimo. Quando un bambino è stato adorato, ogni critica e fallimento, ogni traccia di imperfezione è un’esperienza devastante.



Ora appoggiandosi agli altri, ora assoggettandoli per il gusto di sopraffarli, il soggetto viziato prima o poi finisce per cozzare contro la resistenza di chi non accetta il suo stile di vita, in un mondo che esige solidarietà, cooperazione.




Il bambino viziato, colpevolmente indotto ad amare solo se stesso, svilupperà numerosi tratti egoistici: invidia, gelosia, avidità e manifesterà, come se vivesse in un paese nemico, ostilità, ipersensibilità, intolleranza, incostanza, irascibilità. Anche la tendenza ad arretrare, a non osare, è un fenomeno abituale.



Il mondo fittizio degli individui viziati, le loro prospettive, le loro opinioni e la loro concezione della vita sono molto lontani dal mondo reale. Questi soggetti sono praticamente incapaci ad adattarsi alle esigenze dell’evoluzione umana.



La definizione di bambino viziato tende a colpevolizzare il bambino stesso, dimenticando che i suoi atteggiamenti sono sempre il riflesso e la conseguenza della situazione in cui vive.



È impossibile non viziare un bambino nei primi quattro mesi di vita. Lasciare piangere un neonato non gli insegnerà a essere autonomo più di quanto il lasciargli un pannolino sporco riuscirà ad irrobustirgli la pelle.


Potrebbero interessarti anche



L’adulto non ha viziato il suo bambino quando gli ha ceduto; ma quando gli ha impedito di vivere e lo ha spinto verso deviazioni del suo naturale sviluppo.



Il bambino viziato è una continua sofferenza per sé stesso e per la società. Lo si può vedere in treno a calpestare i piedi ai passeggeri, a gridare nei corridoi, a ignorare gli infelici genitori che lo supplicano di stare tranquillo, suppliche che ha imparato a ignorare già da molto tempo.



Spesso il bambino viziato è figlio unico. Non avendo nessuno della sua età con cui giocare o con cui misurarsi, è portato naturalmente a identificarsi con i genitori: vuole fare ciò che anch’essi fanno. Dato che i genitori lo considerano un fenomeno vivente, incoraggiano la sua apparente precocità, pensando di perdere il suo amore se lo contrariano anche minimamente.



Impara a sopportare la critica. Non essere un bambino viziato dalle tue stesse opinioni.



E’ vero: come ripetono i pedagogisti alla moda e gli ex progressisti, siamo una generazione di padri permissivi che sta educando male una generazione di figli viziati. Ex progressisti e pedagogisti assicurano, inoltre, che noi, padri permissivi, siamo frutto d’una reazione confusa verso la nostra educazione autoritaria. Questo, al contrario, non è vero o, almeno, non sempre.



Il segreto dell’educare sta nel non essere né autoritario né permissivo, ma nell’esercitare un’autorità affettuosa e tollerante; il fatto è, però, che in realtà nemmeno i pedagogosti e gli ex progressisti sanno come mettere in pratica questo segreto. E se lo sanno, peggio ancora. Non capisco che diavolo aspettino a dircelo. Nell’attesa noi, gli altri, facciamo quel che possiamo.



Figlio viziato non è mai sazio.