Temi

Frasi sulla Delusione
Frasi sul Rispetto
Frasi sulla Falsa Amicizia
Frasi sulla Tristezza
Frasi sull’opportunismo
Frasi sulla Cattiveria
Frasi sugli Abbracci
Frasi sulla Calunnia
Frasi sulla delusione d’amore
Frasi sulla Sincerità
Frasi sull'Indifferenza
Frasi sui Figli
Frasi sul tradimento
Frasi sul Comportamento
Frasi sulle persone Negative
Frasi sulle Persone False
Frasi sul Silenzio
Frasi sulla Dignità
Frasi sull'Egoismo
Frasi sulla Pazienza
Autori
×

Frasi sui difetti

Frasi sui difetti. Trova decine di Frasi sui difetti con immagini da copiare e condividere.
Frasi sui difetti di François de La Rochefoucauld, Johann Wolfgang von Goethe, Jean de La Bruyère, Confucio

0

Dovresti esaminarti quotidianamente. Se trovi dei difetti, dovresti correggerli. Quando non ne trovi, dovresti provare a cercarli con maggior impegno.



C’è una crepa in ogni cosa. E’ da lì che entra la luce.




Meglio un diamante con un difetto che un sasso senza.



Il qualcosa ha sempre dei difetti; solo il niente è perfetto.


Potrebbero interessarti anche



Vi sono difetti che, sapendoli ben adoperare, fanno miglior figura delle virtù.




Non ama chi non vede i difetti della persona amata come virtù.



L’essenza di un uomo si trova nei suoi difetti.



Chi non ama i difetti non può dire di amare.



Fatti amare per i tuoi difetti, che i pregi sanno amarli tutti.



Finisci per attenuare i tuoi punti di forza correggendo troppo assiduamente i tuoi difetti




Fino ai trent’anni, passiamo la maggior parte del tempo a decidere quali aspetti di noi stessi dobbiamo buttare nel sacco dell’immondizia, poi passiamo il resto della vita a tentare di tirarli fuori.



Un uomo senza difetti è una montagna senza crepacci. Non m’interessa.



Talora i nostri difetti sono i migliori avversari dei nostri vizi.



È bene che non esista nessuno senza difetti: non avrebbe un solo amico al mondo.




In amicizia non si può andare lontano se non si è disposti a perdonarsi scambievolmente i piccoli difetti.



Confessiamo i piccoli difetti solo per convincere che non ne abbiamo di grandi.



L’uomo si vergogna più dei propri difetti fisici che di quelli spirituali.



Non chiedete a nessuno di dirvi un suo difetto: vi dirà un suo pregio, fingendolo un difetto.


Potrebbero interessarti anche



Viviamo con i nostri difetti come con i nostri odori corporali: noi non li percepiamo e non danno fastidio eccetto che a quelli che sono vicini a noi.



Come si porta il peso del proprio corpo senza sentirlo, mentre invece si sente quello di ogni corpo estraneo che si voglia muovere, così non si notano i propri difetti, ma solo quelli degli altri.



È facile passare dall’applauso alla gogna, dalla gloria all’insulto. Anche per la persona più nobile e innocente, basta uno schizzo di fango e subito c’è gente che incomincia a trovarle difetti, a scoprire errori, colpe che vengono ingigantite.



Chi parla male del prossimo è un ipocrita che non ha il coraggio di guardare i propri difetti.



Conosci te stesso? Potrai rispondere di sì senza paura di sbagliare quando scoprirai in te stesso più difetti di quanti ne vedano gli altri.



Fino all’anno scorso avevo un solo difetto: ero presuntuoso.



Ci sono persone a cui difetti stanno bene, e altre che con le loro buone qualità fanno una brutta figura.



Non riusciamo a tollerare alcune persone a causa dei loro difetti, altre a causa delle loro qualità.



Per natura non abbiamo difetto che non possa diventare un punto di forza, nessun punto di forza che non possa diventare un difetto.



Vi sono persone che senza i loro difetti mai avrebbero fatto conoscere le loro buone qualità.



Chi non è capace di aver difetti, non è capace di avere umanamente grandi virtù.



L’assenza di difetti nella bellezza è di per sé un difetto.



Vi sono difetti che preservano da alcuni vizi più gravi, così come, in tempo di peste, i malati di febbre quartana si salvano dal contagio.



Se non avessimo difetti, non proveremmo tanto piacere a notare quelli degli altri.



Molto pochi sono gli uomini che possono tollerare negli altri i propri difetti.



Di solito si detesta chi ci assomiglia, e i nostri stessi difetti visti dal di fuori ci esasperano.



Si è solleciti nel riconoscere i propri minimi pregi, e lenti nel sondare i propri difetti: non si ignora di aver belle sopracciglia, unghie ben fatte; a stento si sa di essere guerci; non si sa assolutamente di mancare d’intelligenza.



Le grandi menti sono capaci di grandi difetti come di grandi virtù.



Spesso possiamo fare di più per gli altri cercando di correggere i nostri stessi difetti che cercando di correggere quelli degli altri.



Per la maggior parte delle persone correggersi vuol dire cambiare i propri difetti.



La fortuna ci corregge di parecchi difetti, di cui non saprebbe correggerci la ragione.



Vorrei che si scrivessero i difetti dei santi e quanto essi hanno fatto per correggersi; ciò ci servirebbe assai più dei loro miracoli e delle loro estasi.