Temi

Frasi sulla Delusione
Frasi sul Rispetto
Frasi sulla Falsa Amicizia
Frasi sulla Tristezza
Frasi sull’opportunismo
Frasi sulla Cattiveria
Frasi sulla Calunnia
Frasi sugli Abbracci
Frasi sulla delusione d’amore
Frasi sulla Sincerità
Frasi sui Figli
Frasi sul tradimento
Frasi sull'Indifferenza
Frasi sulle persone Negative
Frasi sul Comportamento
Frasi sulle Persone False
Frasi sul Silenzio
Frasi sulla Dignità
Frasi sull'Egoismo
Frasi sulla Pazienza
Autori
×

Frasi di Søren Kierkegaard

Frases de Søren Kierkegaard

È stato un filosofo, teologo e scrittore danese, il cui pensiero è da alcuni studiosi considerato punto di avvio dell'esistenzialismo.

7

  • Cos’è la giovinezza? Un sogno. Cos’è l’amore? Il contenuto del sogno.


  • Quando nell’amore si smette di combattere, l’amore non c’è più.


  • La porta della felicità si apre verso l’interno: per aprirla bisogna umilmente fare un passo indietro.


  • La gente esige la libertà di parola per compensare la libertà di pensiero, che invece rifugge.


  • Chi striscia sulla terra non è esposto a cadere tanto facilmente come chi sale sulle cime delle montagne.


  • La vita non è un problema da risolvere, ma una realtà da sperimentare.


  • La vita può essere capita solo all’indietro, ma va vissuta in avanti.


  • Le persone chiedono la libertà di parola come compensazione per la libertà di pensiero che raramente usano.


  • Mi viene in mente la mia giovinezza e il mio primo amore, quando ero pieno di nostalgia e ora ho soltanto nostalgia della mia prima nostalgia. Cos’è la giovinezza? Un sogno. Cos’è l’amore? Il contenuto del sogno.


  • Non è il cammino che è difficile, è il difficile che è il cammino.


  • Nessuno è entrato in questo mondo senza piangere; nessuno ci domanda quando vogliamo entrare, nessuno quando vogliamo andarcene.


  • È innegabile che nel mondo esiste tanta gente meschina che vuole trionfare su tutto quello che si eleva di un solo palmo dalla mediocrità.


  • La forma più comune di disperazione è non essere chi sei.


  • Non dimenticare di amare te stesso.


  • E se tutto nel mondo fosse un malinteso, e se le risate fossero in realtà lacrime?


  • La persona orgogliosa vuole sempre fare la cosa giusta, la cosa grandiosa. Ma poiché vuole farlo con le proprie forze, non sta combattendo contro l’uomo, ma contro Dio.


  • Ci sono due possibili situazioni: si può fare questo o quello. La mia onesta opinione e il mio consiglio amichevole è questo: che tu lo faccia o no, te ne pentirai in entrambi i casi.


  • La mia malinconia è l’amante più fedele che io abbia conosciuto. Di che meravigliarsi, quindi, se io ne ricambio l’amore.


  • Un “no” non nasconde nulla, ma un “sì” diventa molto facilmente un inganno.


  • La persona orgogliosa vuole sempre fare la cosa giusta, la cosa bella. Ma poiché vuole farlo con le proprie forze, egli non è in lotta con l’uomo, ma con Dio.


  • Per ogni cosa umana vale il principio: più la si pensa e più si riesce e comprenderla. Ma per le cose divine, più le si pensa e meno si riesce a comprenderle.


  • Se si domanda a un malinconico quale ragione egli abbia per esser così, cosa gli pesa, risponderà che non lo sa, che non lo può spiegare. In questo consiste lo sconfinato orizzonte della malinconia.


  • Per questo io preferisco di gran lunga l’autunno alla primavera, perché in autunno si guarda il cielo e in primavera la terra.


  • L’essenza del fanatismo è l’intransigenza.


  • Il confronto è la fine della felicità e l’inizio dell’insoddisfazione.


  • Non è il cammino che è difficile, è la difficoltà che è il cammino.


  • La fede comincia là dove la ragione finisce.


  • Che cos’è la speranza? […] un astuto traditore che è più perseverante perfino dell’onestà.


  • Che cos’è la speranza? […] un astuto traditore che è più perseverante perfino dell’onestà.


  • Se io preferisco tanto l’autunno alla primavera, è perché in autunno si guarda il cielo — in primavera la terra.


  • In autunno tutto ci ricorda il crepuscolo, – e tuttavia, mi sembra la stagione più bella: volesse il cielo allora, quando io vivrò il mio crepuscolo, che ci debba essere qualcuno che allora mi ami come io ho amato l’autunno.


  • La moda è donna, perché la moda è l’incostanza del non-senso, la quale conosce soltanto una conseguenza, quella di diventare sempre più folle.


  • L’amore infelice è la sofferenza più pesante, ma a sua volta l’amore infelice più pesante, il più tormentante, è quando l’oggetto dell’amore è tale che per sua natura non può essere amato, mentre per l’amante esso è l’unico oggetto ch’egli desidera con tutto il cuore.


  • L’attesa è una freccia che vola e che resta conficcata nel bersaglio. La realizzazione dell’attesa è una freccia che oltrepassa il bersaglio.


  • L'ironia sta zitta in agguato, e spia con occhio mai assonnato, e partecipa indefessa ad ogni scaramuccia.


  • L'ironia è l'occhio sicuro che sa cogliere lo storto, l'assurdo, il vano dell'esistenza.


  • L'ironia è uno sviluppo anormale che, come quello del fegato delle oche di Strasburgo, finisce per uccidere l'individuo.


  • Dalla mia più tenera età, una freccia di dolore si è piantata nel mio cuore. Finché vi rimane, sono ironico - se la si strappa, muoio.


  • La certezza, l’abitudine, la prevedibilità uccidono non solo la passione (per mancanza di ostacoli) ma anche il godimento, che è parente della sorpresa.


  • Ben lontana dall'essere la radice di tutti i mali, la pigrizia è piuttosto l'unico vero bene.