Temi

Frasi sulla Delusione
Frasi sul Rispetto
Frasi sulla Falsa Amicizia
Frasi sulla Tristezza
Frasi sulla Cattiveria
Frasi sull’opportunismo
Frasi sulla delusione d’amore
Frasi sulla Calunnia
Frasi sugli Abbracci
Frasi sulla Sincerità
Frasi sui Figli
Frasi sull'Indifferenza
Frasi sul tradimento
Frasi sulle persone Negative
Frasi sul Comportamento
Frasi sulle Persone False
Frasi sul Silenzio
Frasi sulla Dignità
Frasi sull'Egoismo
Frasi sulla Pazienza
Autori
×

Frasi sulla pittura

Frasi sulla pittura. Trova decine di Frasi sulla pittura con immagini da copiare e condividere.
Frasi sulla pittura di Pablo Picasso, Vincent Van Gogh, Marc Chagall, Frida Kahlo

0

Ciò che bisogna dipingere è dato dall’ispirazione, che è l’evento in cui il pensiero è la somiglianza stessa.



Chiunque si dedichi alla pittura dovrebbe iniziare tagliandosi la lingua.




L’animazione della tela è uno dei più difficili problemi della pittura.



Quello che vorrei dipingere è la luce del sole sulla parete di una casa.


Potrebbero interessarti anche



Il mondo di oggi non ha senso, perché dovrei dipingere quadri che ne hanno?




Sulle stelle dipingerei una poesia di Benedetti con un sogno di Van Gogh e una canzone di Serrat sarebbe la serenata che offrirei alla luna.



C’è una logica colorata: il pittore non deve che obbedire a lei, mai alla logica della mente



L’arte astratta non esiste. Devi sempre cominciare con qualcosa. Dopo puoi rimuovere tutte le tracce della realtà



La pittura di Frappi appare come una sorta di pacata provocazione a un'arte figurativa che rifiuta letture e non vuole darne.



Imparare a vedere, è il tirocinio più lungo in tutte le arti.




Il fine della pittura non è quello di commuovere, ma piuttosto quello di rappresentare.



Dipingere è far apparire un’immagine che non è quella dell’apparenza naturale delle cose, ma che ha la forza della realtà.



Se i quadri si potessero spiegare e tradurli in parole, non ci sarebbe bisogno di dipingerli



Se dipingete, chiudete gli occhi e cantate.




Dipingere non è un’operazione estetica: è una forma di magia intesa a compiere un’opera di mediazione tra questo mondo estraneo e ostile e noi.



Se vi è qualcosa di umoristico nella mia pittura, non è il risultato di una ricerca cosciente. Questo humour deriva forse dal bisogno di sfuggire al lato tragico del mio temperamento. È una reazione, ma involontaria.



La pittura viene correttamente chiamata “arte della somiglianza”.



Non c’è niente di più difficile per un pittore veramente creativo del dipingere una rosa, perché prima di tutto deve dimenticare tutte le altre rose che sono state dipinte.


Potrebbero interessarti anche



Ogni artista intinge il pennello nella sua anima, e dipinge la sua stessa natura nelle sue immagini.



La pittura è una poesia tacita, e la poesia una pittura loquace.



Perché due colori, messi uno accanto all’altro, cantano? Si può davvero spiegare questo? No, così come non si può mai imparare a dipingere.



Non ci sono regole nella pittura.



Non bisogna giudicare Dio da questo mondo, perché è soltanto un abbozzo che gli è riuscito male.



La pittura non è fatta per decorare gli appartamenti. È uno strumento di guerra offensiva e difensiva contro il nemico.



La più grande rivoluzione estetica nella storia della pittura si verificò quando il colore venne usato strutturalmente; allora i quadri cessarono di essere disegni colorati.



Le idee sono per la letteratura ciò che la luce è per la pittura.



L’arte moderna è ciò che accade quando i pittori smettono di guardare alle ragazze e si persuadono di avere un’idea migliore.



Perché ho smesso di dipingere? Io non ho mai smesso. Mi dipingo le unghie e gli occhi tutti i giorni.



A quattro anni dipingevo come Raffaello, poi ho impiegato una vita per imparare a dipingere come un bambino.



Si può dipingere ogni cosa, basta soltanto vederla.



Il colore è un potere che influenza direttamente l’anima.



Non mi interessa dipingere ritratti al chiuso. Non riesco a sentirmi a mio agio.



La pittura è una lunga fatica di imitazione di ciò che si ama.



Se una voce dentro di te continua a ripeterti “non sarai mai in grado di dipingere”, allora dedicati alla pittura con tutto te stesso, e vedrai che quella voce sarà messa a tacere.



Io dipingo come un uccello canta.



Che farei io senza l’assurdo?



La pittura è stata ed è la passione più grande della mia esistenza, oserei dire la mia vita stessa.



Così il pennello sta alle mie dita come l’archetto al violino, e assolutamente per mio piacere.



Siamo tutti scultori e pittori, e il nostro materiale è la nostra stessa carne, il nostro sangue, le nostre ossa.



Il mio scopo nel dipingere è sempre stata la più esatta trascrizione possibile della più intima impressione della natura.