Temi

Frasi sulla Delusione
Frasi sul Rispetto
Frasi sulla Falsa Amicizia
Frasi sulla Tristezza
Frasi sull’opportunismo
Frasi sugli Abbracci
Frasi sulla Calunnia
Frasi sulla Cattiveria
Frasi sulla delusione d’amore
Frasi sulla Sincerità
Frasi sull'Indifferenza
Frasi sul tradimento
Frasi sui Figli
Frasi sul Comportamento
Frasi sulle persone Negative
Frasi sulle Persone False
Frasi sul Silenzio
Frasi sulla Dignità
Frasi sull'Egoismo
Frasi sulla Pazienza
Autori
×

Frasi sulla scienza

Frasi sulla scienza. Trova decine di Frasi sulla scienza con immagini da copiare e condividere.
Frasi sulla scienza di Albert Einstein, Stephen Hawking, Bertrand Russell, Karl Popper

0

L’uomo ragionevole si adatta al mondo. L’uomo irragionevole cerca di adattare il mondo a se stesso. Perciò il progresso è opera di uomini irragionevoli.



È matematicamente dimostrabile che la concezione del tempo è in stretto rapporto con l’età: per i vecchi il tempo passa più in fretta.




Prima di ogni altra libertà, datemi la libertà di conoscere, di esprimermi e discutere liberamente secondo coscienza.



La scienza può porre limiti alla conoscenza, ma non dovrebbe porre limiti all’immaginazione.


Potrebbero interessarti anche



Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata.




Non ho talenti speciali. Sono solo appassionatamente curioso.



La scienza è il grande antidoto contro il veleno dell’entusiasmo e della superstizione.



La logica è una forma di pigrizia mentale.



Da qualche parte, qualcosa di incredibile attende di essere scoperto.



Lo scienziato non è l’uomo che fornisce le vere risposte; è quello che pone le vere domande.




Non deviare dalla natura ed il formarci sulle sue leggi e sui suoi esempi, è sapienza.



«Conosci te stesso» è tutta la scienza. Solo alla fine della conoscenza di tutte le cose, l’uomo avrà conosciuto se stesso. Le cose infatti sono soltanto i limiti dell’uomo.



Non si potrà mai dimostrare una proposizione di una certa scienza mediante un’altra scienza.



Il tronco più profondo della nostra vita è la coscienza religiosa, e non la coscienza ideologica formata dal partito.




La saggezza non può essere trasmessa. La saggezza che un saggio tenta di trasmettere sembra sempre simile alla follia.



La scienza senza la religione è zoppa. La religione senza la scienza è cieca.



Ogni conoscenza non è altro se non coscienza del proprio corpo nel senso più alto. La frase più celebre di Cartesio si può intendere così: «Io penso così come sono».



Dubito sempre di chi non dubita di niente.


Potrebbero interessarti anche



Sono poche le persone che pensano, però tutte vogliono giudicare.



Senza la coscienza la materia non sarebbe nell’universo, a fluttuare in attesa che un altro componente le dia realtà, coscienza, esistenza o vivacità.



Tutte le scienze esatte sono dominate dall’approssimazione.



Sarebbe assurdo rifiutare la coscienza ad un animale, perché non ha cervello, quanto dichiararlo incapace di nutrirsi perché non ha stomaco.



L’esperienza è la madre universale delle scienze.



In realtà fra la religione e la vera scienza non esiste parentele, né amicizia e neanche inimicizia: esse vivono su pianeti diversi.



Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre.



Chi acquista la scienza, acquista travaglio e tormento.



Salvaguardate il vostro diritto di pensare, perché anche pensare male è meglio di non pensare affatto.



Forse il nostro universo si trova dentro al dente di qualche gigante.



Le scienze matematiche in particolare mostrano ordine, simmetria e limite: e queste sono le più grandi istanze del bello.



In verità nulla sappiamo, ché la verità è nell’abisso.



La scienza della matematica pura, nei suoi sviluppi moderni, può aspirare a definirsi la creazione più originale dello spirito umano.



Il più grande nemico della conoscenza non è l’ignoranza, è l’illusione della conoscenza.



La scienza è una cosa meravigliosa se uno non deve guadagnarsi da vivere con essa.



La matematica può essere definita come la scienza in cui non sappiamo mai di che cosa stiamo parlando, né se ciò che diciamo è vero.



Ad ogni uomo è concesso conoscere se stesso ed essere saggio.



Il dubbio è scomodo ma solo gli imbecilli non ne hanno.



Non si possiede ciò che non si comprende.



La scienza è un’impresa essenzialmente anarchica: l’anarchismo teorico e umanitario è più aperto a incoraggiare il progresso che non le sue alternative fondate sulla legge e sull’ordine.



Non è facile stabilire se siano più pericolose le superstizioni dell’ignoranza o le superstizioni della scienza.



La struttura alare del calabrone, in relazione al suo peso, non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso.