Temi

Frasi sulla Delusione
Frasi sul Rispetto
Frasi sulla Falsa Amicizia
Frasi sulla Tristezza
Frasi sull’opportunismo
Frasi sulla Cattiveria
Frasi sugli Abbracci
Frasi sulla Calunnia
Frasi sulla delusione d’amore
Frasi sulla Sincerità
Frasi sull'Indifferenza
Frasi sui Figli
Frasi sul tradimento
Frasi sul Comportamento
Frasi sulle persone Negative
Frasi sulle Persone False
Frasi sul Silenzio
Frasi sulla Dignità
Frasi sull'Egoismo
Frasi sulla Pazienza
Autori
×

Frasi di Niccolo Machiavelli

Frases de Niccolo Machiavelli

0

  • Meglio essere temuti che amati, se non si può essere entrambe le cose.


  • È meglio essere temuti che amati, se non si può essere entrambi.


  • Dove c’è una grande volontà non possono esserci grandi difficoltà.


  • La promessa data era una necessità del passato: la parola spezzata è una necessità del presente.


  • Le promesse fatte per forza non si debbono osservare.


  • Un segno di intelligenza è la consapevolezza della propria ignoranza.


  • Ognuno vede quel che tu pari, pochi sentono quel che tu sei.


  • Ogni volta che è tolto agli uomini il combattere per necessità, essi combattono per ambizione, la quale è tanto potente nei loro petti che mai, a qualunque grado salgano, li abbandona.


  • Muta partito, quando ti accorgi che il nemico l’abbia previsto.


  • Dal momento che l’amore e la paura possono difficilmente coesistere, se dobbiamo scegliere fra uno dei due, è molto più sicuro essere temuti che amati.


  • Coloro che vincono, in qualunque modo vincano, mai non ne riportano vergogna.


  • La natura degli uomini superbi e vili è, nelle prosperità esser insolenti e nelle avversità abietti e umili.


  • La natura ha creato gli uomini in modo che desiderino ogni cosa e non possono conseguire ogni cosa: talchè essendo sempre maggiore il desiderio che la potenza di acquistare, ne risulta la mala contentezza di quello che si possiede e la poca soddisfazione.


  • Quanto è più propinquo l’uomo ad un suo desiderio più lo desidera, e, non lo avendo, maggior dolore sente.


  • Non c’è nessuna guerra di evitare, ma può essere solo rimandata a vantaggio degli altri.


  • Nelle azioni di tutti gli uomini, e massime de’ Principi, dove non è giudizio a chi reclamare, si guarda al fine. Facci adunque un Principe conto di vivere e mantenere lo Stato; i mezzi saranno sempre giudicati onorevoli, e da ciascuno lodati.


  • Il fine giustifica i mezzi.


  • Il fine giustifica i mezzi.


  • E tu mentre parlando il tempo spendi, occupato da molti pensier vani, già non t’avvedi, lasso, e non comprendi com’io ti son fuggita dalle mani!


  • Gli uomini offendono o per paura, o per odio.


  • Può la disciplina nella guerra più che il furore.


  • La istoria è la maestra delle azioni nostre.


  • In ogni città esistono i grandi che desiderano comandare e opprimere il popolo e di contro esiste il popolo che desidera non essere comandato né oppresso dai grandi.


  • Per molto tempo non ho detto ciò che pensavo, né penso sempre ciò che dico, e se invero mi accade talvolta di dire la verità, la nascondo tra tante menzogne che è difficile scoprirla.


  • Chi viene eletto principe col favorepopolare deve conservare il popolo come amico.


  • La capacità e la costanza sono le armi della debolezza.


  • Il ministro deve morire più ricco di buona fama e di benevolenza, che di tesoro.


  • Sono tanto semplici li uomini, e tanto obediscono alle necessità presenti, che colui che inganna troverà sempre chi si lascerà ingannare.


  • Deve stimarsi poco vivere in una città dove possano meno le leggi che gli uomini.


  • L’abilità di Ligurio in questo colloquio è nel fingersi meno esperto e più ignorante di lui.


  • La natura dell'uomosuperbo è vile e di mostrarsi insolente nella prosperità e abietto e umile nelle avversità.


  • Una repubblica senza cittadini riputati non può stare, né può governarsi in alcun modo bene; dall'altro canto, la riputazione de' cittadini è cagione della tirannide delle repubbliche.


  • Gli uomini fanno questo errore, che non sanno porre termini alle speranze loro; ed in su quelle fondandosi, senza misurarsi altrimenti, rovinano.


  • Dove c'è una grande volontà non possono esserci grandidifficoltà.


  • Ma la poca prudenza degli uomini comincia una cosa che, per sapera allora di buono, non si accorge del veleno che vi è sotto.


  • Tutti ti valutano per quello che appari. Pochi comprendono quel che tu sei.


  • Pochi vedono come siamo, ma tutti vedono quello che fingiamo di essere.


  • In generale, gli uomini giudicano più con gli occhi che con le mani, perché tocca a vedere a ciascuno, a sentire a pochi. Ognuno vede quel che tu pari, pochi sentono quel che tu sei.


  • Molti vedono quel che tu pari... pochi sentono quel che tu sei.


  • Nelle condennagioni si deve usare umanità, discrezione e misericordia.