Temi

Frasi sulla Delusione
Frasi sul Rispetto
Frasi sulla Falsa Amicizia
Frasi sulla Tristezza
Frasi sull’opportunismo
Frasi sugli Abbracci
Frasi sulla Calunnia
Frasi sulla Cattiveria
Frasi sulla delusione d’amore
Frasi sulla Sincerità
Frasi sull'Indifferenza
Frasi sul tradimento
Frasi sui Figli
Frasi sul Comportamento
Frasi sulle persone Negative
Frasi sulle Persone False
Frasi sul Silenzio
Frasi sulla Dignità
Frasi sull'Egoismo
Frasi sulla Pazienza
Autori
×

Frasi di Leo Longanesi

Frases de Leo Longanesi

0

  • L’amore è l’attesa di una gioia che quando arriva annoia.


  • Una società fondata sul lavoro non sogna che il riposo.


  • Non capisce, ma non capisce con grande autorità e competenza.


  • Ci si conserva onesti il tempo necessario che basta per poter accusare gli avversari e prendergli il posto.


  • Non si ha idea delle idee della gente senza idee.


  • La nostra ricchezza è il disordine, che poi è anche la nostra miseria.


  • La noia segue l’ordine e precede le bufere.


  • Nulla si difende con così tanto calore quanto quelle idee a cui non si crede.


  • Non bisogna appoggiarsi troppo ai principi perché poi cedono.


  • Distratta, indolente, prudente, la nostra borghesia ama i suoi figli viziati e ribelli.


  • L’italiano: totalitario in cucina, democratico in Parlamento, cattolico a letto, comunista in fabbrica.


  • Non sono le idee che mi spaventano, ma le facce che rappresentano queste idee.


  • Non comprate quadri moderni: fateveli in casa.


  • Certo, la nostra coscienza è un grande impedimento, ma poi ci si accorda sempre con lei, come col fisco.


  • Ci sono anche dolori di lusso, che recano lustro a chi li sopporta.


  • Vissero infelici perché costava meno.


  • Alla storia non si chiede né il numero dei morti né il costo delle grandi imprese!


  • La virtù affascina, ma c’è sempre in noi la speranza di corromperla.


  • Si sa come vanno le faccende politiche: ci si conserva onesti il tempo necessario che basta per poter accusare gli avversari e prendergli il posto.


  • Non abbiamo più nulla di nuovo da dire: il nuovo è già tutto prenotato dai vecchi che vogliono ringiovanire.


  • Posò il suo vecchio uovo di capitalista in un nido d’infanzia operaia, e ne venne fuori un finanziamento governativo.


  • Non pagare i debiti, ma versare grosse lacrime di acconto ai creditori.


  • I debiti di riconoscenza si pagano entro le ventiquattro ore con l'antipatia.


  • Soltanto sotto una dittatura riesco a credere nella democrazia.


  • Quando era fascista abusava di verbi al tempo futuro; ora, democratico, si serve del condizionale.


  • Per indisposizione del dittatore la democrazia si replica.


  • Il fascismo fu una dittatura temperata dall'inosservanza delle leggi.


  • Siate enfatici e transigenti.


  • La nostra bandiera nazionale dovrebbe recare una grande scritta. Ho famiglia.


  • Il nazionalismo è l'unicaconsolazione dei popolipoveri.


  • La povertà è gratis.


  • Gli italiani sono buoni a nulla ma capaci di tutto.


  • Il nazionalismo è l'unicaconsolazione dei popolipoveri.


  • La miseria italiana è la grande scusa che permette al governo di gettar via denari.


  • La famiglia è uno stato che riceve autorità dalla noia, dalle convenienze e dalla paura di morir soli in casa.


  • Il ribelle si placa non appena conquista il bagno.


  • I debiti di riconoscenza si pagano entro le ventiquattro ore con l'antipatia.


  • Un popolo buono a niente è capace di tutto.


  • Mi mostra i suoi figli, e li illustra con aggettivi tanto dolciastri che non posso fare a meno di chiedergli: Posso assaggiarne uno?


  • In trattoria. L’avvocato O. finge di non vedermi, ma le sue orecchie mi fissano.