Temi

Frasi sulla Delusione
Frasi sul Rispetto
Frasi sulla Falsa Amicizia
Frasi sulla Tristezza
Frasi sull’opportunismo
Frasi sulla Cattiveria
Frasi sulla Calunnia
Frasi sugli Abbracci
Frasi sulla delusione d’amore
Frasi sulla Sincerità
Frasi sull'Indifferenza
Frasi sui Figli
Frasi sul tradimento
Frasi sul Comportamento
Frasi sulle persone Negative
Frasi sulle Persone False
Frasi sul Silenzio
Frasi sulla Dignità
Frasi sull'Egoismo
Frasi sulla Pazienza
Autori
×

Frasi di George Orwell

Frases de George Orwell

0

  • La libertà consiste nella libertà di dire che due più due fanno quattro. Se è concessa questa, ne seguono tutte le altre.


  • Se la libertà significa qualcosa, significa il diritto di dire alla gente ciò che non vuole sentire.


  • Chi controlla il passato controlla il futuro. Chi controlla il presente controlla il passato.


  • Quando si trova un coniuge ucciso, la prima persona inquisita è l’altro coniuge: ciò dice molte cose su quel che la gente pensa della famiglia.


  • La guerra è pace. La libertà è schiavitù. L’ignoranza è forza.


  • Nel tempo dell’inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario.


  • Per vedere cosa c’è sotto il proprio naso occorre un grande sforzo.


  • A cinquant’anni ognuno ha la faccia che merita.


  • Ci sono alcune idee talmente sbagliate che solo una persona molto intelligente potrebbe crederci.


  • La felicità può esistere solo nell’accettazione.


  • Un popolo che elegge corrotti, impostori, ladri e traditori, non è vittima, ma complice.


  • Quando in mezzo a loro serpeggiava il malcontento, lo scontento non aveva sbocchi perché, privi com’erano di una visione generale dei fatti, lo convogliavano su rivendicazioni assolutamente secondarie. Non riuscivano mai ad avere consapevolezza dei problemi più grandi.


  • Un uomo può iniziare a bere perché si sente un fallito, e diventarlo ancor più completamente perché beve. Lo stesso sta ora avvenendo con la lingua inglese.


  • Ci sono due tipi di persone: il vincente e il perdente. Il vincente lavora sempre duro, il perdente cerca sempre una scorciatoia per vincere.


  • Tutta la narrativa, a partire dai romanzi ammuffiti nelle biblioteche, è censurata dagli interessi della classe dominante. E soprattutto la letteratura giovanile, quella roba melodrammatica che quasi ogni ragazzo prima o poi divora, trasuda le peggiori illusioni del 1910. (da Le bugie settimanali per ragazzi)


  • Il genio umoristico di Dickens è legato al suo senso morale. La sua comicità si esprime al massimo della forza quando scopre nuovi peccati.


  • Mettete un pacifista a lavorare in una fabbrica di bombe e in due mesi egli avrà ideato un nuovo tipo di bomba.


  • Ma se il pensiero corrompe il linguaggio, anche il linguaggio può corrompere il pensiero.


  • Noi siamo impegnati in un gioco che non possiamo vincere. Alcuni fallimenti sono migliori di altri, questo è tutto.


  • Il peggior criminale che abbia mai camminato su questa terra è moralmente superiore al giudice che lo condanna alla forca.


  • Il linguaggio politico è concepito in modo che le menzogne suonino sincere e l’omicidio rispettabile, e per dare una parvenza di solidità all’aria.


  • La realtà esiste nella mente umana e non altrove.


  • Non rifletté, scientemente, che la soluzione della propria difficoltà consisteva delll’ammettere il fatto che non c’era soluzione.


  • Accade sempre così per la gente titolata, sono adorati oppure odiati: se si degnano di parlare con una persona che non appartiene al loro rango vengono subto definiti simpatici e alla mano; se non lo fanno sono superbi e odiosi. Non ci sono meze misure.


  • Il modo più rapido di porre fine a una guerra è di perderla.


  • La via più rapida per porre fine a una guerra è quella di perderla.


  • Un fatto è disapprovare le idee politiche di uno scrittore; altra cosa, non necessariamente incompatibile con la prima, è disapprovare “lui” perché ti costringe a pensare.


  • È il destino inevitabile del sentimentale. Tutte le sue opinioni mutano e si trasformano in quelle opposte al primo tocco della realtà.


  • Tutti gli animali sono uguali. (ma alcuni sono più uguali degli altri)


  • L’uomo è l’unica creatura che consuma senza produrre. Egli non dà latte, non fa uova, è troppo debole per tirare l’aratro, non può correre abbastanza velocemente per prendere conigli. E tuttavia è il re di tutti gli animali.


  • Sappiamo che mai nessuno prende il potere con l’intenzione di abbandonarlo.


  • Se riesci a sentire fino in fondo che vale la pena conservare la propria condizione di esseri umani anche quando non ne sortisce alcun effetto pratico, sei riuscito a sconfiggerli.


  • Gli esseri umani stavano cercando di comportarsi come tali e non come ingranaggi nella macchinacapitalista.


  • Nella nostra società, quelli che sanno perfettamente ciò che sta succedendo sono anche quelli che meno riescono a vedere il mondo così com’è.


  • Il Grande Fratello ti osserva.


  • Lo Stato totalitario fa di tutto per controllare i pensieri e le emozioni dei propri sudditi in modo persino più completo di come ne controlla le azioni.


  • Cambiareopinione, o addirittura linea politica, è un segno di debolezza.


  • È importantecapire che l'attuale russomania non è che un sintomo del generale indebolimento della tradizione liberale in Occidente.


  • I santi andrebbero considerati colpevoli fino a che non ne venga comprovata l'innocenza.


  • Accade sempre così per la gente titolata, sono adorati oppure odiati.