Temi

Frasi sulla Delusione
Frasi sul Rispetto
Frasi sulla Falsa Amicizia
Frasi sulla Tristezza
Frasi sull’opportunismo
Frasi sugli Abbracci
Frasi sulla Calunnia
Frasi sulla Cattiveria
Frasi sulla Sincerità
Frasi sulla delusione d’amore
Frasi sull'Indifferenza
Frasi sul tradimento
Frasi sui Figli
Frasi sul Comportamento
Frasi sulle persone Negative
Frasi sulle Persone False
Frasi sul Silenzio
Frasi sulla Dignità
Frasi sull'Egoismo
Frasi sulla Pazienza
Autori
×

Frasi di Stanislaw Jerzy Lec

Frases de Stanislaw Jerzy Lec

È stato uno scrittore, poeta e aforista polacco.

6

  • Dimmi con chi dormi e ti dirò chi sogni.


  • Ci guardammo negli occhi: io vidi solo me, lei soltanto sé.


  • Ad alcuni per essere felici manca davvero soltanto la felicità.


  • Quando salti di gioia, stai attento che nessuno ti porti via il terreno da sotto i piedi.


  • Nei paesi nei quali gli uomini non si sentono al sicuro in carcere, non si sentono sicuri neppure in libertà.


  • Un passero in una gabbia per aquile è libero.


  • Tutti vogliono il vostro bene. Non fatevelo portar via.


  • Create miti su voi stessi. È così che hanno iniziati gli dèi.


  • È progresso se un cannibale usa la forchetta?


  • Anche se ad una mucca dai da bere del cacao non ne mungerai cioccolata.


  • Tutti vogliono il vostro bene: fate attenzione a non farvelo portar via.


  • In cima a ogni vetta si è sull’orlo di un abisso.


  • Il mondo – questo puntino sotto l’interrogativo


  • Nessun Dio è sopravvissuto alla perdita dei propri fedeli.


  • Dagli dèi, dobbiamo imparare perlomeno una virtù: la discrezione. Essi si comportano in ogni caso come se non esistessero.


  • Se sono credente? Solo Dio lo sa.


  • Un briciolo di preoccupazione è più pesante di tonnellate di felicità.


  • Persino nel suo silenzio c’erano errori linguistici.


  • La somma degli angoli di cui ho nostalgia è certamente superiore a 360.


  • Per essere sé stessi bisogna essere qualcuno.


  • Si abbracciarono così stretti che non rimase spazio per i sentimenti.


  • Chi è affamato di gloria divora anche l’uomo che è in lui.


  • Non siate crudeli: non raddolcite la vita ai masochisti!


  • La rabbia impotente fa miracoli.


  • Possiamo consolare o soffocare ogni essere che stringiamo fra le braccia. E il momento divino della decisione.


  • Puoi chiudere gli occhi alla realtà, ma non ai ricordi.


  • All’inferno il diavolo è un eroe positivo.


  • Per torturare un uomo bisogna conoscere ciò che gli fa piacere


  • Ci sono pensieri sordomuti. Chi ha la lingua troppo lunga può inciamparci.


  • I pettegolezzi, quando invecchiano, diventano miti.


  • Il momento in cui si riconosce la mancanza di talento è un lampo di genio.


  • Ci saranno sempre degli Eschimesi pronti a dettar norme su come devono comportarsi gli abitanti del Congo durante la calura.


  • È difficile riconoscere chi segue la corrente spontaneamente.


  • I pensieri di certe persone sono così piatti da non arrivargli neppure alla testa.


  • La gente non ama che i pensieri che non fanno pensare


  • Più d’uno agitando la frusta pensa di essere un direttore d’orchestra.


  • Ci nutrono di menzogne perché la verità non si può mandar giù.


  • Il gallo canta persino la mattina in cui finisce in pentola.


  • Come non essere ottimista! I miei avversari si sono rivelati finora esattamente quelle canaglie che avevo sospettato.


  • La carriera dell’uomo nell’universo ci impone di chiederci se per caso egli non benefici di qualche raccomandazione.