Temi

Frasi sulla Delusione
Frasi sul Rispetto
Frasi sulla Falsa Amicizia
Frasi sulla Tristezza
Frasi sull’opportunismo
Frasi sulla Cattiveria
Frasi sugli Abbracci
Frasi sulla Calunnia
Frasi sulla delusione d’amore
Frasi sulla Sincerità
Frasi sull'Indifferenza
Frasi sui Figli
Frasi sul tradimento
Frasi sul Comportamento
Frasi sulle persone Negative
Frasi sulle Persone False
Frasi sul Silenzio
Frasi sulla Dignità
Frasi sull'Egoismo
Frasi sulla Pazienza
Autori
×

Frasi di Alejandro Jodorowsky

Frases de Alejandro Jodorowsky

È un drammaturgo, regista, attore, compositore e scrittore cileno naturalizzato francese.

2

  • Fai in modo che le tue parole siano belle come i tuoi silenzi.


  • La parola "psiche" anima in greco significa anche "farfalla". Siamo nati con un bruco nell'anima, il nostro lavoro è dargli ali e volo.


  • Il pigro - Sapendo di essere nato per dare origine ad una farfalla, mentre gli altri si rinchiudevano in laboriosi e oscuri bozzoli, il verme si mise a saltare il più in alto possibile, credendo che così facendo avrebbe fatto uscire le ali con più facilità.


  • Per un istante la farfalla che arde nella mia lampada si fa d’oro.


  • La via si percorre passo dopo passo. Se un passo è intenso e perfetto, lo sarà anche quello successivo.


  • Anche se non sai cosa stai cercando, quello che stai cercando sta cercando te.


  • In un vero amore non si critica nulla. Se mi ami, amami con i miei difetti! Amami per quel che sono! Non chiedermi niente, non giudicarmi. Non ho nulla da darti: faremo qualcosa insieme. Io ti amo come sei, non ti chiedo nulla, non voglio che cambi, non esercito pressioni in questo senso.


  • Se non si persevera, non si è creatori. La creazione è, prima di tutto, volontà.


  • Tutto ciò che facciamo agli altri lo facciamo a noi stessi, e il solo fatto di entrare in comunicazione con gli altri senza aggredirli ci dà qualcosa.


  • L’adultoegoista sfrutta i più deboli o i meno intelligenti, crea industrie nocive o monopolizza il poterepolitico. È funesto.


  • L’unico strumento che può salvarmi la vita è l’immaginazione.


  • Non bisogna opporreresistenza né fuggire dal problema ma entrare in esso, fare parte di esso, usarlo come elemento di liberazione.


  • La tenerezza: vergine vestita di luce che cova un uovo violaceo.


  • La nostra azione creativa è un accumularsi di forza e di pazienza.


  • Genesi. Di effetto in effetto, Dio riuscì finalmente a produrre una causa che immediatamente prese il suo posto.


  • Al pensiero che tutto stia crollando, alcune persone cominciano a distruggere tutto quello che possono.


  • Ogni pensieroaggressivo che formuliamo è un ladro. Ogni nostra mancanza di fede è un criminale. Ogni volta che ascoltiamo con atteggiamentocritico e non col cuore siamo fuori strada.


  • Sei talmente abituato a vivere da vittima che la felicità che ricevi in questo momento ti fa piangere.


  • Per operare con la creatività bisogna esserecritici nei confronti di noi stessi e di tutto ciò che rappresentiamo.


  • Chiunque abbia un mestiere conosciuto, calzolaio, panettiere, minatore, carpentiere, pittore, orologiaio, medico, ingegnere, eccetera, è una preda dello stato.


  • La libertà non è la ribellione, ma piuttosto la pratica di una fantasia senza limiti all’interno delle restrizioniimposte dal potere.


  • Un codardo. Per nascondersi dal nemico gli camminò dietro tutta la vita.


  • La certezza: una foglia solitaria divenuta il rifugio di un bosco.


  • Avere il coraggio di dare, possedere l’audacia di vivere con una certa dismisura.


  • A forza di ridursi, ci si trova nella condizione di dover lottare con i ragni.


  • Uno dei grandiproblemi della creatività è la morale. La morale incatena l’immaginario. Bisogna essere coraggiosi e prescindere da questo strumento.


  • Chiudete gli occhi e ricominciate.


  • Fare un mestiere normale significa perdere la libertà. Bisogna faremestieri sconosciuti, che non abbiano a che vedere con la vita materiale, ma che producano stati di coscienza.


  • La necessità di guarire nasce da una mancanza di coscienza. La malattia consiste nel fatto che abbiamo tagliato i collegamenti con il mondo. La malattia è mancanza di bellezza, e la bellezza è unione. La malattia è mancanza di coscienza, e la coscienza è unione con se stessi e con l’universo.


  • Un simbolo non offre un concetto preciso ma agisce come uno specchio che riflette il livello di Coscienza del ricercatore.


  • La nostra società è piena di desideri di consumare e di apparire.


  • La più piccola critica che proferiamo sporca la nostra perfezione, il più piccolo atto privo di misericordia inizia a distruggerci. Se non critichiamo l’altro, non lo giudichiamo, non lo sminuiamo, non lo feriamo… che liberazione immensa!